Archivio post

Hai dato un "mi piace sei sei d'accordo"? Bravo furbo

A volte rimango un po' basito nel vedere come la gente abbocca a tutto, segno di noia e fancazzismo.
E' sufficiente condividere un'immagine come la seguente che l'utente medio - me lo vedo - con la testa appoggiata alla mano, occhi socchiusi, clicca sul "mi piace" e appoggia le dita ad un monitor non touch.
Stupendo.

Dita sul monitor

Poi, siccome non succede nulla (ma va?), se ne va su altre pagine a ruotare chilometri e chilometri di rotella di mouse con la stessa espressione annoiata di prima, in cerca del solito cagnolino massacrato dove finalmente potrà ricevere uno scossone emotivo in grado di fargli superare indenne la piattezza della giornata.

Che male c'è, dirai.
L'inganno c'è. Qualcosa accade.
Dopo qualche mese, inizieranno ad arrivare notifiche da pagine di venditori o negozio sconosciuti, tipicamente, inviti ad eventi.
La trappola è scattata. Il boccalone ha dato un "mi piace" ad una pagina che, raggiunta una certa quota di consensi, ha cambiato le modalità di gestione, diventando pagina fan di un negozio, di un bar o di un venditore.

Non sarà più quindi la pagina fan che pubblicava i "Video Shock - Clicca per visualizzare", oppure "Se sei d'accordo, passa il mouse sull'immagine e clicca MI PIACE"; sarà la pagina fan di un negozio o un venditore in cerca di pubblicità a cui hai dato il "mi piace" quando hai cercato di cambiare il (tuo) mondo.

Geniale?
No. Non funziona più, o meglio, d'ora in poi, il boccalone sarà infastidito da un sacco di eventi e inviti (in seguito, lo vedrai lamentarsi con frasi del tipo "Smettetela di mandarmi inviti") e il venditore avrà ottenuto poco o niente.

Caro venditore, credi di farla franca su Facebook con piccoli inganni da pivello?
Leggi cosa pubblicò il 23 aprile 2012 lo stesso Facebook.

Non hai scampo: devi pagare per raggiungere gli utenti.
Ma non solo. Dovrai anche pubblicare contenuti di qualità, cosa molto difficile a quanto pare.
Leggi qui.

Quest'ultimo punto è il più ostico, ovviamente, ed è per questo che abbocchi utenti annoiati con l'amo del cagnolino massacrato, vero?
La cosa triste è che il boccalone... ABBOCCA.

Potrei portarti decine di esempi ma li conosci tutti, sicuramente: ci sei cascato pure tu quando hai dato un "mi piace - condividi se sei d'accordo a combattere la violenza sui bambini".

Ti ho visto: avevi la faccia da annoiato, in quel momento.

Scrivi rosso e vedrai cosa accade

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Abbiamo 167 visitatori e nessun utente online

Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.