SEO Blog

I miei snippet in primo piano

Featured snippet cosa sono e come trarne vantaggio nella SEO

Gli snippet in primo piano sono una fregatura.
Google imbroglia perchè spaccia i nostri contenuti per suoi.

Non solo, gli utenti ottengono le informazioni che cercano senza visitare il nostro sito web e cosa ancor più grave è che noi ci illudiamo di ottenere visibilità quando otteniamo un featured snippet, anche se azzeriamo del tutto tutti i nostri concorrenti in quella ricerca.

I featured snippet sono una cosa positiva? Portano vantaggi?
No ma esistono e non abbiamo altra scelta che imparare gestirli.



Cos'è un featured snippet?

Un featured snippet è un risultato di ricerca mostrato in cima alla pagina.
Un featured snippet tende ad avere più contenuto di un normale snippet e potrebbe mostrare un intero paragrafo di testo, ma anche un elenco, un video o una galleria di immagini.
L'obiettivo di un featured snippet è quello di fornire una breve risposta alla query di ricerca senza dover visitare alcun sito web.

Snippet in primo piano a paragrafo.

Featured snippet a paragrafo.

 


I featured snippet sono utili nella SEO?

Per un SEO, la cosa peggiore dei featured snippet è che forniscono informazioni direttamente nella SERP.
Quando appare un featured snippet, un utente non avrà necessità di cliccare sul risultato della ricerca per visitare la pagina, fonte reale dell'informazione, e ciò significherà che parte del traffico organico sarà perso, con conseguente mancata profilazione da parte di Analytics.

Un altro problema con i featured snippet è che occupano molto spazio; ogni volta che appare un featured snippet nei risultati di ricerca, la maggior parte del viewport è occupato dall'informazione e gli altri snippet organici sono spinti più in basso.
Il featured snippet mostra molte informazioni ma occupa tutto lo spazio sul monitor di un cellulare.

La buona notizia è che praticamente qualsiasi pagina ha la possibilità di ottenere un featured snippet.
Se sai come formattare correttamante il tuo contenuto, migliorerai drasticamente le tue possibilità di essere presente in cima ai risultati di ricerca.


Come fa Google a scegliere i featured snippet?

Ovviamente, esistono migliaia di pagine con contenuti simili, che rispondono a domande simili ma come fa Google a scegliere qual è la pagina candidata al featured snippet?

La pagina dovrebbe mostrare segnali di qualità convenzionali, ovvero, essere già in alto nella ricerca, dovrebbe usare le parole chiave corrette in un contesto di qualità, fornire una buona esperienza all'utente, e mostrare una certa autorità - molto probabilmente attraverso i backlink.

Il contenuto dovrebbe essere organizzato in un formato leggibile per essere estratto facilmente da Google.
Se stai mirando ad un featured snippet, è meglio che il paragrafo sia pronto per essere tagliato ed estratto da Google, anche se questa non è una regola rigida, perchè a volte il motore di ricerca potrebbe andare oltre e attraversare la tua pagina, estrarre frasi qua e là, e cucirle in un paragrafo da mostrare in primo piano.

Il tuo obiettivo adesso è di facilitare Google ad estrarre il tuo contenuto.
Vediamo come fare.

Ricerca nelle SERP

Come ho detto detto prima, i featured snippets possono apparire sotto forma di paragrafo, elenco, video, o altri formati.
Prima di iniziare a modificare i tuoi contenuti, dovresti capire quale formato vuoi mostrare in primo piano nello snippet.

Ad esempio, se gestisci un sito web che parla di seo, se dovessi cercare su Google alcune risposte, scopriresti che queste appaiono già sotto diversi formati.

Prova a chiedere a Google come fare seo su un sito one page e otterrai uno snippet in primo piano, numerato:

Featured Snippet numerato.

Featured snippet con elenco numerato

 

Se chiedi come riparare una bicicletta, ottieni uno snippet video:

Featured Snippet con video.

Featured snippet con video


Scrivi paragrafi riassumibili

Un paragrafo è di gran lunga il tipo di TAG html che ha maggiori possibilità di ottenere un featured snippet.
Infatti, nove su dieci featured snippet sono prelevati da un formato paragrafo.

Ecco come puoi organizzare il tuo contenuto per un paragrafo adatto allo snippet in evidenza.

  • Evidenzia la keyword in un'intestazione <H> ottimizzata
  • Cerca le chiavi di ricerca: almeno una delle intestazioni della pagina dovrebbe essere molto simile alla query, possibilmente a corrispondenza esatta, parola per parola.
  • Ottimizza l'intestazione H1, cioè il titolo della pagina, se l'argomento generale corriponde a quello scelto, oppure puoi ottimizzare una delle intestazioni H2, H3 o H4, se solo una parte della tua pagina coincide alla query.

Ad esempio, ecco il paragrafo in evidenza quando cerco se il formato amp serve a fare SEO.
Nota come Google ha prelevato parte del testo in fondo al post, rispondendo esattamente alla domanda.

Snippet in primo piano a paragrafo.

Featured snippet che spiega se amp è valido per la SEO.

 

Quando visiti quella pagina da cui il paragrafo è stato estratto, noterai che l'intestazione H2 corrisponde quasi esattamente alla mia query:

Snippet in primo piano a paragrafo.

Corrispondenza dell'intestazione H2 dalla pagina di origine

 

Le intestazioni con corrispondenza esatta o stretta vanno di pari passo con i paragrafi in evidenza e dato che la maggior parte dei featured snippet sono attivati da query simili a domande, usa intestazioni simili a quesiti lungo la pagina.

Usa parole chiave in tutto il paragrafo
Con i featured snippet, spesso sembra che Google usi il suo vecchio algoritmo: le parole chiave tornano ad avere importanza e seguono regole familiari: usale all'inizio del testo e altre secondarie lungo il paragrafo; includi anche sinonimi:

Parole chiave nel featured snippet
Se esamini il modo in cui gli snippet in evidenza sono mostrati, noterai che la maggior parte dei paragrafi da cui i contenuti sono estratti sono ottimizzati e che la maggior parte di essi segue una formula molto semplice, riportare una domanda ottimizzata nel titolo e una risposta ottimizzata nel paragrafo.

È sempre qualcosa del genere:

  • Titolo: Come fare per ....?
    Paragrafo: Per fare il serve...
  • Titolo: Qual è la migliore...?
    Paragrafo: La migliore ...

Questa formula di base è qualcosa da tenere a mente quando si scrivono post di blog e guide.

 

Attenzione alla lunghezza del paragrafo
La maggior parte dei paragrafi in evidenza sono lunghi tra le 40 e le 50 parole.

Se però il tuo paragrafo è più corto o più lungo e Google lo vuole porre in evidenza, il motore di ricerca lo taglierà e userà altro testo presente in pagina per allungarlo.

Se però vuoi aumentare la probabilità di ottenere un featured snippet, è consigliabile rispettare la lunghezza che ti ho suggerito.
Assicurati di inserire tutte le informazioni essenziali in un unico paragrafo e stai sotto le 50 parole in modo da comprendere tutto il necessario informativo entro quella lunghezza testuale.


Organizza liste riassumibili

La lista è un altra tipologia comune di featured snippets.
Gli elenchi in primo piano possono essere di due tipi: numerati e puntati.

I frammenti numerati spiegano come fare qualcosa passo dopo passo: ricette, istruzioni, fai da te.

Snippet in primo piano con elenco puntato

Elenco numerato in un featured snippet

 

Gli snippet puntati in primo piano appaiono quando non c'è bisogno di mostrare informazioni in un ordine particolare:

Snippet in primo piano con elenco puntato

Elenco puntato in un featured snippet

 

Come creare un featured snippet a elenco puntato o numerato

Segnala la rilevanza della keyword in un TAG di intestazione ottimizzata di tipo <H>
Il consiglio è il medesimo dei paragrafi, solo che con le liste, le intestazioni sono più importanti.

Gli elenchi in primo piano usano le intestazioni o i titoli di pagina nella lista nello snippet.

Snippet in primo piano con elenco numerato e titolo in cima.

Titolo dell'elenco in primo piano nello Snippet in primo piano.

 

Ed ecco come appare l'intestazione nella pagina di origine:

Titolo dell'elenco numerato.

Titolo corrispondente dalla pagina di origine.

 

Assicurati di avere un titolo o un'intestazione di pagina che possano essere usati nella lista nel featured snippet.
Per un elenco numerato, è meglio usare query simili a domande mentre per un elenco puntato, prova con i tipici titoli che iniziano con "qual è la migliore...", "Come fare per...", "10 modi per..." ecc.

Usa intestazioni <H> di livello inferiore per etichettare gli elementi dell'elenco
Google può assemblare un elenco in primo piano in diversi modi.
Può usare ad esempio le intestazioni della lista come elementi, può creare elenchi regolari così come appaiono o può anche dare vita ad una lista estratta da un paragrafo di testo, anche se pare che questo caso sia raro.

Se vuoi aiutare Google ad estrarre una lista dalla tua pagina, usa i tag HTML appropriati per contrassegnare gli elementi.
Nel caso in cui il tuo intero articolo sia un listicle, il markup corretto è l'H2 per ciascun elemento mentre per un normale elenco, usa i tag HTML standard.

Segui la sintassi parallela per ogni elemento della lista.

  • La sintassi parallela è creata da elementi della lista aventi la medesima struttura sintattica.
  • La sintassi parallela aiuta Google a identificare gli elementi come appartenenti alla stessa lista.

Solo per darti un breve esempio, ecco una lista scritta in sintassi parallela, da un featured snippet su come fare SEO:

  • Analizza i backlink al dominio
  • Analizza i fattori SEO locali
  • Correggi i fattori SEO locali
  • Analizza le keywords della concorrenza
  • Inserisci le keywords nei testi
  • Ottimizza i contenuti testuali

Avrai notato che ogni elemento della lista inizia con un verbo nella stessa forma, le frasi sono strutturate in modo simile e della stessa lunghezza.
Ecco un esempio di come sarebbe questa lista con una sintassi povera:

  • Usa un tool per analizzare i backlink al dominio
  • Analizza tutti i fattori SEO on page che potrebbero compromettere il posizionamento
  • Inizia a correggere i fattori SEO locali
  • Guarda le keywords che usa la concorrenza
  • Modifica i contenuti testuali e inserisci le keywords
  • Ottimizza i testi delle pagine

In questo esempio, puoi vedere che ogni elemento della lista è scritto usando una sintassi con diverse forme verbali e frasi differenti.
Questa incoerenza può dissuadere Google dall'utilizzare la tua lista come featured snippet.

Crea elenchi più lunghi
Uno dei problemi leati ai featured snippet è che gli utenti ottengono tutte le informazioni che cercano senza visitare il tuo sito.
Se riesci ad ottenere un featured snippet, il tuo brand aumenta di notorietà, ma i click possono rimanere gli stessi o addirittura diminuire.

Devi però sapere che con le liste in primo piano si ottiene qualcosa di interessante.
Se la tua lista ha più elementi di quelli che Google è disposto a mostrare, aggiungerà un link per incoraggiare gli utenti a leggere il resto dell'elenco:

Il link nel featured snippet a elenco.

Link nel featured snippet a elenco

 

In questo modo gli utenti potrebbero cliccare ed atterrare sulla tua pagina.

Purtroppo, non puoi sempre indovinare quanti elementi Google è disposto a mostrare, per alcuni snippet, sono quattro o cinque, ma per altri possono arrivare a dodici.
Come regola generale, mira a creare elenchi più lunghi, minimo otto voci.


Crea video frammentati in capitoli

Gli snippet video stanno diventando sempre più comuni, probabilmente perché Google sta migliorando l'interpretazione e la comprensione dei video e si sente più sicuro nell'usarli per rispondere alle query:

Video frammentabili per apparire negli snippet in primo piano.


Featured video snippet

Curiosamente, nei featured video snippet Google non mostra l'intero video ma evidenzia la parte che contiene la risposta più diretta alla query. Come riesce a farlo?

Google legge i metadati inseriti per il video, li usa per stimare la rilevanza complessiva, e trova il pezzo esatto che corrisponde alla query.
Ecco come puoi aiutare Google in questo processo.

  • Carica i tuoi video su YouTube
    Google è proprietario di Youtube e lo usa come fonte primaria per i risultati video nella ricerca.
    Raramente si possono vedere video caricati su altre piattaforme, inoltre non sono sicuro appaiano nei featured snippet.
    Google e YouTube sono essenzialmente la stessa cosa e usano molti degli stessi algoritmi per determinare la rilevanza.
    Ospitare il tuo video su YouTube significa mostralo nei risultati di ricerca; caricarlo su altre piattaforme - come VIMEO - ti negherà qualsiasi possibilità di apparire tra i featured snippets (sono pronto a ricredere quanto ho scritto)
  • Usa parole chiave per i metadati del video
    I metadati dei video di YouTube includono dati come il titolo, descrizioni e tag.
    Tutti questi dati giocano un ruolo importante nel segnalare la pertinenza del tuo video verso la query.
    Come per i contenuti testuali, è importante che il titolo del video corrisponda alla tua parola chiave principale, come lo è includere parole chiave secondarie in tutta la descrizione.
  • Aggiungi didascalie chiuse ai tuoi video
    Google utilizza le didascalie per trovare il segmento esatto del video, più rilevante per la query dell'utente.
    Nella didascalia di ogni segmento, aggiungi le parole chiave della possibile query.
    Se non aggiungi didascalie chiuse, esiste la possibilità che Google le generi automaticamente analizzando il tuo video ma non lascerei tutto al caso.
    Le didascalie generate automaticamente spesso non sono precise.
    Per ottenere i migliori risultati, ti suggerisco di scrivere le tue didascalie chiuse o di modificare quelle che sono state generate.
  • Dividi il tuo video in segmenti
    Un altro modo per aiutare Google a comprendere il tuo video è quello di dividerlo in segmenti.
    Puoi farlo aggiungendo dei timestamp nella descrizione, come una sorta di indice per le parti del tuo video.
  • Aggiungi i timestamp nelle descrizioni del video di YouTube
    Se i timestamp sono stati aggiunti correttamente, vedrai i capitoli nella barra di avanzamento del tuo video.

    Quando aggiungi le informazioni sul timestamp, assicurati che:

    • Le informazioni siano aggiunte nella descrizione, non nei commenti (errore comune);
    • Le informazioni del primo timestamp inizia alle 00:00;
    • Nelle informazioni esistano almeno tre timestamp;
    • La lunghezza di ogni capitolo non sia inferiore a 10 secondi.

Conclusioni

Se vuoi includere gli snippet in primo piano nella tua strategia SEO, aggiungendo microdati alla pagina, Google mostrerà molte informazioni relative al tuo brand nel featured Snippet, come il logo o un'immagine.

Se non vuoi apparire affatto nei featured snippet, puoi usare il meta max-snippet con valori molto bassi, ad esempio "1" oppure, puoi usare il meta robots "nosnippet" ma a quel punto, non sarà più mostrato il meta description tra le serp.

In quali casi può presentarsi questa necessità?
Ad esempio, un guest post di una PBN oscura il sito principale con un featured Snippet; usa il nosnippet nella pagina della pbn.

Però, fai sempre attenzione perchè Google non gradisce affatto le pbn.

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Andrea Giudice Esperto seo e consulente google ads itlaia Andrea Giudice, esperto SEO e consulente Google ADS

Contattami subito senza impegno per un analisi al tuo sito o per dare vita ad un progetto in rete

Chiedi una consulenza

Contatti

Scegli il tuo piano SEO

 

Abbiamo 78 visitatori e nessun utente online