Archivio post
Registrati

Differenza tra Telegram e Whatsapp

Ho voluto stilare un elenco di differenze tra Whatsapp e Telegram.
Telegram è una chat semplicemente fantastica e decisamente più funzionale di Whatsapp a partire da una serie di motivi che vado ad elencare.

Iniziamo dalla sicurezza

Telegram ha la possibilità di creare una connessioni dati sicura e crittografata, point to point, con un interlocutore.
Significa che i dati non transiteranno più attraverso i server degli sviluppatori e verranno trasmessi e ricevuti, crittogratati, direttamente sui dispositivi dei due utenti, a patto attivino la funzione.
In questa modalità, è possibile anche dare via ad un timer di autodistruzione messaggi: dopo x secondi, ore o minuti, lo storico della chat viene eliminato.
L'unica pecca in questa modalità è la presenza di un messaggio di avvenuta eliminazione: se "il nemico" prende possesso del cellulare, troverà scritto "messaggi cancellati" ma siamo già anni luce avanti rispetto a Whatsapp, quindi, non lamentiamoci.
La funzione è attivabile dal menu a discesa di Telegram e consente di scegliere un utente presente nella lista contatti.

Chat segreta di Telegram


Una volta attivata la chat segreta, il sistema rimane in attesa del consenso dell'interlocutore.

Notare che attualmente la chat segreta ha qualche problema di compatibilità tra utenti Android / Windows.
Nulla di ciò accade tra utenti iOS / Android e viceversa: in questo caso, le chat sicure funzionano benissimo e il timer di autodistruzione messaggi è attivo su entrambi i sistemi.
A te le conclusioni.

Telegram su Desktop? Meglio di Whatsapp, non c'è dubbio

Parliamo ora dell'applicazione desktop di Telegram e quella di Whatsapp.
Telegram possiede un ottimo client.

Telegram per Desktop


Lo si installa ed al momento della configurazione, viene richiesto un pin per associarsi al dispositivo cellulare dell'utente.
Questo pin viene inviato con un SMS sul numero del cellulare del proprietario.
Da questo momento, il client è attivo, configurato e non chiederà più nulla all'avvio.
Sono presenti tutte le funzioni ad eccezione della chat segreta.

Con Whatsapp le cose non un po' diverse e scomode.
In pratica, non esiste un client se non una finestra del browser accessibile da qui:
qui

Ogni volta che si deve accedere da Desktop alla chat di Whatsapp, sarà necessario puntare la telecamera del cellulare e caricare il qrcode per sincronizzare il Desktop.

Whatsapp su Desktop


Lo scambio dati tra interlocutori non avviene tra applicazione desktop (browser) e utenti ma tra browser --> cellulare ---> utente.
Significa che se non si attiva il wireless, i dati transitano attraverso la connessione dati ma non solo. Significa anche che se il cellulare è spento, l'app desktop, ovvero, la finestra del browser, non funziona.
Con Telegram, tutto è diverso. Il client funziona sempre anche con il cellulare spento e per proteggere eventuali spioni, è possibile bloccarlo con una password di accesso, ed eventualmente, impostare un timer di blocco.
Concludo dicendo che il client non ufficiale di Whatsapp non offre alcun vantaggio se non quello di staccarsi dal browser.

Wahtsapp su Tablet?

Attualmente, Whatsapp non funziona su Tablet. Telegram si.
L'APP di Telegram si installa su tablet ed è identica al client per desktop.
Interessante la funzione che avverte in caso venga usato il proprio account su altri dispositivi; una prova in più che questo sistema messaggistico possiede un occhio di riguardo per la sicurezza.

I Link via chat

Fai questa prova: invia un link su Whatsapp.
Cosa succede?
Niente. L'interlocutore riceve la chat con il link.
Ora, invia lo stesso link su Telegram.
Telegram, per prima cosa andrà a leggere il tag TITLE della pagina web. In quel momento, apparirà un messaggio fugace "recupero informazioni", e poi creerà un minisnipet di quanto arriverà all'interlocutore con una minianteprima su cui cliccare.
Una finezza non da poco.

L'anteprima del Link su Telegram


Ancora sulla sicurezza: il baco non baco di Whatsapp

Whatsapp soffre di un voluto baco nella sicurezza, ovvero, è possibile prendere possesso della tua identità.
Non ci credi?
Il procedimento è ben spiegato qui ma c'è dell'altro (citando Paolo Attivissimo):
L'uso di WhatsApp è vietato ai minori di 16 anni (condizioni di contratto, paragrafo 9), a differenza di Facebook, che vieta i minori di 13 anni.
Quando mandate un messaggio tramite WhatsApp, la società ne registra la data, l'ora e i numeri di telefonino del mittente e del destinatario.
Il contenuto di un messaggio non viene archiviato da WhatsApp, a meno che il destinatario non sia in grado di riceverlo: in questo caso resta sui server di WhatsApp fino a 30 giorni.
Ciononostante, WhatsApp si riserva l'opzione di archiviare qualunque informazione che la legge californiana gli imponga di conservare (condizioni di contratto, Privacy Notice). WhatsApp ha avuto molti problemi di sicurezza e intercettabilità nel recente passato e non è chiaro se siano stati tutti risolti.
In particolare, è stato a lungo possibile assumere l'identità di un altro utente e leggere il traffico di messaggi, specialmente se gli utenti spiati usano reti WiFi. Visto l'approccio piuttosto disinvolto alla sicurezza da parte dei responsabili di WhatsApp, non è prudente utilizzare il servizio per informazioni private o sensibili.

Inoltrare file

Con Whatsapp è possibile inviare file multimediali (immagini, audio e video anche se esiste un'APP che consente di ingannare la chat, facendo credere a Whatsapp di inviare file audio).
Il limite è di 160mb.
Con Telegram, è possibile inviare file di qualsiasi formato, con un limite di 1.5gb

Quanto costa Telegram?

Whatsapp ha un prezzo di circa 80 centesimi annui.
Telegram, al momento, è gratuito.

Aggiungi commento


Abbiamo 73 visitatori e nessun utente online

Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.