Archivio post
Registrati

come rubare clienti ai webmaster

Ti spiego come rubare un cliente ad un webmaster

È già un po' che faccio caso ad una pratica scorretta tra colleghi webmaster ed ora finalmente sono in grado di dargli un nome: comparaggio.

Il comparaggio è una metodologia non propriamente etica, se non addirittura illegale, attuata in diversi campi.
Faccio un esempio pratico: un oculista, consiglia ai propri pazienti un centro ottico piuttosto che un altro e, d'accordo con quell'ottico, stabilisce una percentuale di guadagno su ogni cliente.
Il tutto sarebbe corretto se l'oculista dichiarasse apertamente al paziente/cliente le intenzioni, ma accade che tale pratica superi abbondantemente i limiti dei principi di sana e corretta competizione per adottare tecniche persuasive poco etiche, quali ad esempio la diffamazione, a scapito della concorrenza.

Dirai, che c'entra con i webmaster?
C'entra. Esiste una forma subdola di comparaggio anche in questo campo, a prendere la percentuale in questo caso è la stessa persona che elargisce consigli a scapito dei propri colleghi/concorrenti.

Screditare colleghi grazie agli smartphone

Faccio un sito ed ecco che dopo qualche giorno arriva l'avvoltoio di turno, con tanto di valigia, giacca, cravatta e altri mezzi persuasivi.
Tralasciamo il fatto che insisto nel dire di fidarsi solo dei creativi, ovvero, "gli svampiti" che mai si vestirebbero in modo troppo formale, l'avvoltoio che d'ora in avanti chiamerò "web agency" (fa più figo), inizierà con il classico discorso circa la necessità di avere un sito. Ed ecco che scatta la trappola.
Il cliente, dichiarerà immediatamente di possederne già uno e la Web Agency, dopo aver mostrato una faccia estremamente perplessa, dopo alcune scuse tipo "non vorrei essere invadente, mi perdoni", estrarrà un cellulare o un tablet e dirà: "si, siamo a conoscenza del suo sito e vorremmo farle notare alcuni difetti tecnici che, mi perdoni, forse lei ignora.
Noti ad esempio le scritte che si sovrappongono, questo che non si vede, ecc ecc."

Qual è la tecnica adottata, quindi?
Trovare difetti nel lavoro altrui per rubare il cliente. Né più né meno che portare via un cliente ad un collega.

E' molto facile infatti che dopo uno o due anni, il sito appaia obsoleto e non più in linea con la moda del momento.
Da un mese all'altro, poi, cambiano tantissime cose a livello tecnico ed i siti spesso non sono più compatibili al 100% a livello SEO. La web Agency questo lo sa ed al cliente mostrerà i risultati di un tool che fornirà immediatamente risultati negativi.

Potrei andare avanti per ore a dirti com'è facile rubare clienti. Conosco decine di sistemi per farlo; in fondo, oggi tutti sanno fare siti.
Prendi un'installazione di Joomla o Wordpress con un bel template, cambi immagini e testi ed ecco il sito bello pronto, ma... cosa accade quando lo spider di Google passa?
Ecco cosa succede: clicca qui.
Quello è un esempio di errore tipico da Webmaster mediocre che realizza siti per ristoranti e non toglie il segnaposto, il lorem ipsum, da alcune pagine.
Divertente, eh?
Vuoi sapere se un webmaster ti ha ciulato?
Vai su Google e digita:

site:nome_del_tuo_sito.it "lorem ipsum"
(rispetta gli spazi come ho indicato, sostituisci il nome del tuo sito e lascia le virgolette)

Ma ancora, url duplicati, testi copiati e decine di errori banali come il nome del dominio nel tag title o peggio, la stringa HOME, il "benvenuti nel sito ufficiale", o il meta description con scritto "you description here"

La web agency /avvoltoio, si sarà trovata il lavoro pronto a metà: avrà trovato in rete il cliente grazie ad un altro che gli ha fatto un sito e glielo porterà via grazie ai suoi errori che probabilmente, all'epoca, non erano tali.

Non immagini minimamente quanti clienti potrei portare via a colleghi webmaster; ad alcuni, addirittura, ho passato lavori in attesa di venir ricambiato per poi incontrarli in giro nei supermercati e sentirli vantare delle loro capacità e del carico di lavoro a cui sono sottoposti ma alla proposta "se sei carico, ti posso aiutare, in passato io l'ho fatto con te", sbiancano e imbarazzati, farfugliando frasi prive di senso, cambiano discorso, mostrando guance porpora.

Si, forse non è esattamente "comparaggio" questo, perché se nell'ambito medico sono in due a guadagnarci, nel mio campo è solo uno: quello che porta via il lavoro ad un altro.
Insomma, come fare a sapere quali sono gli errori da temere?

Quali errori dovresti temere

Hai una casella email che ti fanno pagare 150€ all'anno?
Hai un sito statico che non richiede aggiornamenti che per un contratto anni 90 paghi 1000€ annui?
Nessuno ti contatta mai dal tuo sito?

Sei stato aggirato da un avvoltoio?
Scrivimi ed io ti dico se ha lavorato bene.

Aggiungi commento


Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online

Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.